HOME 〉

JOURNAL

〉

Journal / ilGolosario





Guida delle cose più buone delle 20 regioni italiane

vol.36 Marche: Crema di Fave

Journal / ilGolosarioApr. 25, 2019

text by Paolo Massobrio
translation by Motoko Iwasaki

Riaccendono la fiamma della speranza nel cuore di chi si è allontanato dal paese per il terremoto.




“Il momento più triste è la sera. Tornando a casa dalla strada, non si vedono più brillare le luci dei paesi intorno. Erano Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Faete, Pretare, Piedilama, Accumuli. Ora è tutto buio, come nel Medioevo. Ti senti solo.

Noi di Favalanciata, alla fine, siamo stati fortunati: pur essendo nella zona rossa del cratere sismico, il terreno di tufo ha costituito per il paese una specie di zattera che ha impedito crolli con vittime;

si sono avuti solo danni strutturali ma, di case agibili, ne sono rimaste solo cinque che erano nuove e costruite con criteri antisismici”



Chi parla così è Matteo Mattei da Favalanciata, frazione di Acquasanta Terme, 40 residenti fissi che arrivavano a 150 circa d’estate con i villeggianti. Un centinaio di case rivolte al sole, uno di quei posti dove non c’è niente ma che ti toccano il cuore, come tanti l’Italia ne sa dare.

Un posto dove è bello stare e dove, dopo il violento terremoto delle 3.36 del 24 agosto 2016, non si può più stare.

photograph by Tommaso Della Dora



Lui e il suo amico Francesco Riti, titolare di un’azienda di trasformazioni alimentari che produce salse e condimenti, sono i protagonisti di una storia bellissima che ho scoperto per caso, attraverso un prodotto apparentemente umile ma che mi è sembrato da subito avere una marcia in più.

Avrei capito dopo che era quella dei valori condivisi su cui si fonda l’amicizia vera.

photograph by Alessio Pagani



“E’ vero che il paese non è interamente crollato ma, lo si capisce chiaramente dopo tre anni di immobilismo, se non ci diamo da fare noi, come prima non tornerà mai.
Le case sono state messe in sicurezza dopo due anni e mezzo;
a tre anni dall’evento non si possono ancora presentare i progetti di ristrutturazione per mancanza dei decreti attuativi; chi se ne è andato s’è sistemato altrove e, con ricordi così tristi, non tornerà più”.



“ Parlando di queste cose con Francesco pensammo che, per dare una svolta, bisognava tenere i riflettori accesi sulla zona, far rinascere fra abitanti e proprietari delle seconde case la voglia di rimanere uniti, di progettarsi nel futuro.”

“Ci venne in mente di inventare un prodotto che fosse saldamente legato al nostro territorio, che ne facesse parlare e che costituisse allo stesso tempo un invito a tornare a tutti quelli che avevano amato il nostro paesino, anche solo per stare tutti insieme due ore in compagnia.

photograph by Alessio Pagani



Pare che il nome di Favalanciata derivi dalla difficoltà di avere una buona produzione agricola dalla nostra terra e che “ Ahi, la mia favalanciata!” fosse il lamento delle donne che non vedevano mai spuntare niente dagli orti ma allo stesso tempo la nostra fava ci sembrava già “lanciata” verso nuove avventure, da una disgrazia e da una lamentela volevamo trarre un buon auspicio”.

Una crema dalla bontà assoluta fa ripartire un paese in difficoltà

Così è nata la “Crema gourmet di fave La Favalanciata”, con ingredienti semplici e naturali: fave fresche, olio evo e mentuccia in piccola percentuale, perché “lagentecomenoinonmollamai” come hanno scritto sull’etichetta. Non era solo la voglia di fare qualche cosa per far uscire il paese dalla stagnazione, voleva essere un “progetto di sviluppo sociale e agroalimentare.





Si voleva, con la diffusione del prodotto, aiutare a rendere coltivabili nuovi campi abbandonati in zona, dando con un buon esempio la forza di reagire alle comunità dopo le difficili conseguenze del sisma del 2016”.

Proposito encomiabile ma difficile da realizzare se la crema non fosse stata così buona!





I primi quantitativi prodotti, venduti sperimentalmente in sagre o negozi amici, venivano esauriti in tempo di record.
Così, approfittando dei laboratori e dei dipendenti di Francesco si cominciò una produzione seria dei prodotti a nome “La Favalanciata”.
Per avere un’offerta un po’ più varia, all’originale crema gourmet sono stati affiancati, sempre sotto lo stesso marchio:
fave e guanciale all’amatriciana, fave secche, castagne locali sciroppate al rum e tartufo scorzone a fette in salamoia.
Il 10% del prezzo di ogni vasetto viene devoluto a mantenere e rivitalizzare il paese con una rendicontazione trimestrale.



“Non siamo partiti da molto ma sinora abbiamo comprato un decespugliatore, stiamo installando una webcam per rendere visibile quello che stiamo facendo ai parenti immigrati in Canada e in Australia e abbiamo organizzato alcune cene per tutti, facendo ritornare sfollati e turisti. Per tornare a vivere”
“Le fave utilizzate sono quelle coltivare nei nostri orti e in quelli del circondario..
Ora abbiamo già 9 orticultori che collaborano con noi in paese. Il nostro obbiettivo e ripulire tutte le zone e raddoppiare gli appezzamenti per avere in qualche anno un prodotto tutto locale.”



Era il penultimo giorno del Vinitaly e con i miei collaboratori de il Golosario giravo fra gli stand ad assaggiare tutti i prodotti per decidere per ogni categoria i vincitori del premio “Golosario di Sol&Agrifood 2019”.
Capito in uno stand di prodotti marchigiani dove assaggio la Crema gourmet di fave.
Mi impressionano la freschezza e la dolcezza che la mentuccia aggiunge al gusto del legume.
Squisita. La seleziono per le finali e, solo quando la giuria le ha già assegnato il primo premio nella categoria sfiziosità, ne vengo a conoscere la bella storia.
Si sposa bene con i primi, ottima sulle pizze, panini, hamburger ma, soprattutto, cementa le amicizie e ridà fiato alla speranza.



photograph by Alessio Pagani



[Shop Data]
Riti Alimentari srl
(sede)
Fraz. Santa Maria 109/b
Acquasanta Terme (AP)
Tel +39 0736801167

(spaccio)
Ss4 Salaria 74 - 63095
Acquasanta Terme (AP)
+39 0736801352

Email: food@lafavalanciata.it
www.lafavalanciata.it
www.cremadifave.it
Facebook: www.facebook.com/lafavalanciata
 











FEATURE / MOVEMENT





JOURNAL / EUROPE





JOURNAL / AMERICA





PEOPLE / PIONEER





PEOPLE / CHEF





FEATURE / WORLD GASTRONOMY





PEOPLE / CREATOR





PEOPLE / LIFE INNOVATOR





JOURNAL / JAPAN





JOURNAL / AUSTRALIA





JOURNAL / ASIA





MEETUP / REPORT





ログイン

まだ会員になっていない方

現在登録しているメールアドレス

パスワード

パスワードを忘れた

パスワードを忘れた方へ

パスワードを忘れた方は以下のフォームに登録時のメールアドレスを入力し、送信して下さい。
ご登録されているメールアドレスに仮パスワードをお送りします。

まだ会員になっていない方はこちらから新規会員登録

パスワードを忘れた方へ

パスワードを忘れた方は以下のフォームに登録時のメールアドレスを入力し、送信して下さい。
ご登録されているメールアドレスに仮パスワードをお送りします。

ご注意:送信ボタンは一度だけ押してください。

まだ会員になっていない方はこちらから新規会員登録

パスワードを忘れた方へ

ご登録されているメールアドレスに
仮パスワードをお送りいたしました。

まだ会員になっていない方はこちらから新規会員登録